BORGHEZIO : EMERGONO SPECULAZIONI FINANZIARIE IN TUTTA EUROPA DOPO LA DECISIONE DELLA BANCA NAZIONALE SVIZZERA

Mario Borghezio

L’on. Borghezio con una interrogazione scritta alla Commissione Europea pone all’attenzione della stessa il problema delle“speculazioni bancarie in emerse in Europa dopo la decisione della Banca Nazionale Svizzera sui cambi”.

Secondo Borghezio, infatti “gli effetti sono stati disastrosi per tutte le amministrazioni pubbliche in Europa che, ignare, avevano accettato prestiti con tassi di interesse basati sul cambio fisso tra Franco svizzero ed Euro. Questo vale per esempio in Francia, per gli oltre 1.500 enti locali che si sono ritrovati all’improvviso con un aumento del debito del 30%, dopo lo sganciamento Franco-Euro”.

Borghezio aggiunge che “i “prodotti finanziari strutturati” erano stati venduti loro anni fa da grosse banche, incluse la Dexia e la Deutsche Bank e avevano all’inizio tassi di interessi attraenti, al di sotto del tasso di mercato. Dal 2005 quei tassi divennero variabili e basati su vari parametri spesso in funzione del tasso di cambio tra franco svizzero ed Euro”.

E chiede: “la Commissione intende accertare l’entità dei titoli tossici collegati a questi prestiti che, in parecchi casi sono stati anche immessi sul mercato e che vanno comunque a pesare sul debito pubblico dei Paesi membri? Non ritiene necessario ed urgente, alla luce di ciò, un regime di separazione bancaria?”

 

On. Mario Borghezio

                        Deputato Lega Nord al P.E.

 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.