BORGHEZIO INTERROGA LA BCE SUL CASO MPS

Mario Borghezio

 

L’On. Borghezio ha depositato in data odierna un’interrogazione alla BCE rilevando che “a seguito delle valutazioni, da parte della BCE, della tenuta del sistema bancario europeo attraverso le simulazioni degli “stress test” sui 131 maggior istituti dell’eurozona, risulta, da notizie di stampa, che tutte le banche tedesche (eccetto una) avrebbero superato la “prova di sforzo” della Banca centrale e che due banche italiane, MPS e Carige sarebbero in grave sofferenza (soprattutto la prima)“.

Le banche tedesche – continua Borghezio – non solo godono di un’economia tra le più salde, ma sono di fatto le meno esposte, avendo il loro core business nelle attività di trading piuttosto che nella concessione del credito“.

 

L’On. Borghezio pone i seguenti quesiti:

Perché la BCE non fa rientrare le attività di trading (uno dei motivi fondanti della crisi economica) tra i propri fattori di valutazione?

Come intende vigilare sulla ricapitalizzazione di MPS di 2 miliardi di euro, evitando che l’istituto metta mano a piani di licenziamento e facendo invece pagare gli amministratori responsabili delle loro fallimentari politiche di gestione?

On. Mario Borghezio

Deputato Lega Nord al P.E.

 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.