BORGHEZIO : I LEGHISTI LA KYENGE NON POSSONO PROPRIO “DIGERIRLA”…

volontari-verdi

Sono in sé lodevoli e comprensibili gli sforzi che alcuni dirigenti del nostro Movimento stanno compiendo nel tentativo di “normalizzare” i rapporti con la Kyenge, giungendo persino ad invitarla ad una festa periferica.

 

Lodevoli, ma inutili.

 

Infatti i leghisti, quelli non d’apparato, cioè i militanti duri e puri che costituiscono – anche elettoralmente – l’anima viva e pulsante del Movimento non si omologheranno mai a questo buonismo tartufesco.

 

Essi – ed io con loro  – semplicemente faticano a riconoscere legittimità ad una persona – di per sé rispettabile – alla quale solo una sgangherata coalizione di governo come l’attuale e un partito senza idee e serio collegamento con il sentire del popolo come il Pd potevano affidare un compito sproporzionato qual è, nel suo caso, il Ministero dell’Integrazione.

 

Il razzismo non centra per niente: è solo una questione di buonsenso padano.

 

 

 

On. Mario Borghezio

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.