BORGHEZIO : LIBERTA’ PER L’INDUSTRIA CINEMATOGRAFICA

Mario Borghezio

Secondo quanto scrive l’On. Borghezio nella sua interrogazione scritta indirizzata alla Commissione Europea “l’Unione Internazionale dei Cinema, Art Cinema e Europa Cinemas denunciano l’ingerenza del Commissario Neelie Kroes nello stabilire le date di uscita dei film nei cinema europei e nei canali televisivi su domanda, come previsto durante la tavola rotonda svoltasi il 9 ottobre 2012. Inoltre i finanziamenti previsti dal programma UE Media incoraggiano l’uscita dei film sui canali televisivi a pagamento prima che nelle sale cinematografiche, causando una perdita di valore sia economico che culturale”.

 

L’On. Borghezio pone quindi le seguenti domande:

” La Commissione europea intende rivedere, alla luce delle richieste delle associazioni di categorie, le sue politiche di programmazione del settore cinematografico a tutela del cinema e non della televisione?

 

La Commissione europea intende rispettare la libertà di decisione delle date di emissione dei film europei, in modo da lasciare che il mercato sia in grado di utilizzare strategie commerciali appropriate?”

Questa voce è stata pubblicata in Europa delle Istituzioni. Contrassegna il permalink.