BORGHEZIO : OGGI NOI VORREMMO ESSERE TUTTI UNGHERESI

Testo integrale dell’intervento odierno dell’On. Borghezio nel dibattito sull’Ungheria:

“Signor Presidente,

il rispetto delle regole non significa abdicazione alla propria sovranità e queste norme non giustificano una messa in stato d’accusa dell’Ungheria, perchè è questo che vari gruppi vanno sostenendo…

Presidente Orban, oggi noi patrioti ci sentiamo qui tutti Ungheresi.

Venga da noi in Padania, dove sarà accolto come un eroe, perchè noi apprezziamo chi difende la propria sovranità! Lei è un Presidente che, a differenza di molti altri, per esempio del nostro Presidente del Consiglio, non è un cameriere dei poteri forti.

Non a caso le vengono negati quegli aiuti finanziari che sono elargiti a tutti gli altri Paesi in difficoltà finanziaria.

Forse sono i nostri popoli che dovrebbero aprire procedure di infrazione contro l’Unione europea per violazione delle nostre sovranità.

Continui a difendere la sovranità monetaria, a cui i nostri Paesi hanno rinunziato senza preoccuparsi di consultare i propri cittadini.

Vada avanti così, Presidente Orban!”

On. Mario Borghezio

Deputato Lega Nord al P.E.

Questa voce è stata pubblicata in Europa delle Identità. Contrassegna il permalink.